il sigillo di polidoro


narrami, o musa, dell’eroe multiforme che tanto vagò dopo aver amato una donna libera: si recò nella città ostile, molti dolori patì sul mare dell’animo suo, per insaziabile sete di giustizia, fino a capire, fino a sapere che gli uomini sbagliano sempre per un motivo, a volte sbagliato.

narrami della donna che non si è scelta il sangue ma il futuro: di molti uomini conobbe i pensieri, da molti dubbi generò una certezza, per insaziabile sete di verità, fino a capire, fino a sapere che le donne amano sempre per un motivo, a volte esatto.

narrami degli uomini e delle donne che tanto sbagliarono e combatterono per conquistare o mantenere privilegi: sfidarono l’ordine in cui accadono le cose, assaltarono le leggi e i criteri immutabili, per insaziabile sete di volontà, fino a capire, fino a sapere che qualcuno sarebbe arrivato per salvarli, che in qualche modo ce l’avrebbe fatta.

sparta.claba.