le nebbie di avalon


morgana è la fata puttana, l’oscena baccante che si accoppia con uomini e donne in luoghi pubblici (foreste, laghi, balli di corte e riunioni della tavola rotonda).

questo pensano di lei i preti e ginevra, regina nascostamente bagascia, pertanto cattolicissima, esperta di tombolo e triangolo con artù e lancillotto (come darle torto se ha scelto i migliori).

dal suo punto di vista, morgana non ha vincoli etici o religiosi, quindi si fa chi le pare quando le pare, prende e dona piacere, visto anche il clima di merda delle isole britanniche e le continue, sanguinosissime battaglie che ammorbano la vita dei cavalieri.

e poi ha l’elisir di eterna giovinezza e se lo gode: se no a che serve praticare le arti magiche?

castiglione

.viviana.